Tutti gli Algoritmi di Google

Di tutti gli aggiornamenti, che possono essere più di cinquecento ogni anno,
solo alcuni vengono annunciati e resi ufficiali da Google.
Vediamo i più importanti.

2003
Boston, Cassandra e Florida

Google LLC Mountain View CA

il primo aggiornamento è Boston, con cui Google cerca di creare un sistema programmato, che però si rivela insufficiente. Escono in quell'anno molti update: i più importanti, denominati Cassandra e Florida, lanciano la novità di poter individuare ed escludere i siti contenenti link nascosti ed elementi spam, aumentando notevolmente la sicurezza.

2005
Ricerca Personalizzata

Google LLC Mountain View CA

Viene introdotta la ricerca personalizzata, con la quale il motore di ricerca tiene traccia delle precedenti indagini per offrire risultati personalizzati.

2007
Notizie, Immagini e Video in SERP

Google LLC Mountain View CA

La SERP cambia volto, introducendo la ricerca per notizie, immagini e video.

2008
Suggest

Google LLC Mountain View CA

Arriva Suggest, che suggerisce le parole chiave durante la digitazione.

2010
Social Sign

Google LLC Mountain View CA

Alla fine dell'anno esce Social Signal, che aumenta l'importanza degli allora emergenti social network nel dare popolarità ad una pagina.

2011
Panda Update

Google LLC Mountain View CA

Con Panda sono penalizzati i siti privi di contenuti, che cercano solo di scalare le posizioni con l'utilizzo di numerose parole chiave.

2013
Hummingbird Update

Google LLC Mountain View CA

Viene lanciato Hummingbird, che riesce ad interpretare le richieste dell'utente analizzando i sinonimi delle keywords.

2014
Pigeon Update

Google LLC Mountain View CA

E' il turno di Google Pigeon, che indicizza i risultati in base alla località da cui digita l'utente.

2015
Google Mobile Update

Google LLC Mountain View CA

Si ha l'ottimizzazione per i dispositivi mobili grazie a Google Mobile Update.

Dal 2017
Fred vs Fake News

Google LLC Mountain View CA

Con gli aggiornamenti del 2017 e il lancio di Fred, Google ha espresso la volontà di combattere aspramente fake news e risultati indesiderati, che spesso risultano addirittura violenti o offensivi. Per fake news si intendono notizie false che circolano in rete, costruite a regola d'arte tanto da poter facilmente trarre in inganno i lettori che, ritenendole vere, le condividono e le fanno circolare

Siti Web a rischio penalty

  • Pagine/siti con eccessiva pubblicità e che limitano la fruizione del contenuto
  • Contenuti di bassa qualità, scarni e/o duplicati
  • Contenuti che non soddisfano l’utente e lo spingono all’abbandono del sito in tempi rapidi (tempo di permanenza medio molto basso e frequenza di rimbalzo elevatissima)
  • Abuso di affiliazioni, specie per link che non utilizzano il Dofollow
  • Sovraottimizzazione on-site
Marzo 2018
Fred vs Fake News

Google LLC Mountain View CA

Google ha confermato che durante il mese di marzo 2018 è stato portato a termine un "ampio aggiornamento dell’algoritmo di base" che ha avuto effetti sui risultati di ricerca e "alcuni siti potrebbero notare una perdita o un guadagno di posizionamento". L’azienda di Mountain View ha poi specificato che "non c’è niente di sbagliato nelle pagine che potrebbero ora funzionare meno bene" e che le "modifiche stanno avvantaggiando pagine che in precedenza erano sotto-premiate".

A chi è stato colpito dal nuovo aggiornamento è consigliato di continuare ad investire nella creazione di contenuti di qualità. Come sappiamo il motore di ricerca è in costante aggiornamento, con modifiche effettuate più volte al giorno. L’ultimo aggiornamento di ampia portata era stato registrato lo scorso mese di dicembre 2017: quello di marzo potrebbe rappresentare una correzione al precedente.

Agosto 2018
Medical Update

Google LLC Mountain View CA

Tramite un tweet datato 1 agosto 2018, Google ha ufficialmente confermato il rilascio di un ampio aggiornamento dell’algoritmo di base. Si tratta dunque di una modifica importante, volta a favorire risultati sempre più pertinenti alle query di ricerca.

Google lo ha chiamato "aggiornamento dell’algoritmo di base", ma dai professionisti del settore è stato ribattezzato “medic update”, perché pare aver colpito tanti siti a tema medico, che riguardano la salute e il benessere. Ma non solo: trattandosi di un core update, è ragionevole pensare che siano state colpite tutte le SERP di Google.

Cosa è cambiato nelle serp? L’impressione è che Google stia tentando di offrire un’offerta variegata all’utente. E che l'aggiornamento sia ancora in divenire.

Marzo 2019
Florida 2.0 o March 2019 Core Update

Google LLC Mountain View CA

Il 13 marzo scorso è partito quello che è stato annunciato come uno dei più importanti core update di Google, ribattezzato prima Florida 2.0 e successivamente "March 2019 Core Update": un’azione massiva che sta influenzando le serp e provocando fluttuazioni in tutti i settori.

Giugno 2019
Core Update AI

Google LLC Mountain View CA

Lo scorso 2 giugno 2019 Google ha inaspettatamente annunciato un core update, con ogni probabilità legato ai contenuti dei siti web e all’evoluzione dell’intelligenza artificiale. Secondo quanto dichiarato da Gary Illyes, Webmaster Trends Analyst di Google, per registrarne gli effetti "è necessario un periodo di tempo compreso tra un giorno e un paio di settimane, a seconda di fattori come la salute dei data center, la congestione della rete nei vari paesi e la qualità".

Un sito interessato dall’aggiornamento dell'algoritmo di ricerca deve aver subito un cambio nel ranking e una conseguente variazione delle visualizzazioni e del traffico organico. Se non puoi contare su strumenti professionali come SEMrush o SeoZoom, affidati alla Google Search Console. Analizza il rendimento dell’ultimo mese, con focus sui giorni interessati dall’algoritmo, in particolare le metriche quali visualizzazioni, clic, posizione media nei risultati di ricerca. In linea generale, l’aggiornamento dell’algoritmo ha coinvolto diversi siti di notizie, siti a tema salute e quelli di immagini.

19 Giugno 2019 Fluttuazioni sensibili nelle serp che sembrano aver interessato in particolare il traffico da mobile. Nel complesso potrebbe essere inquadrato come un aggiustamento dell'update precedente.

Settembre 2019
Core Update AI

Google LLC Mountain View CA

Il mese di settembre è stato caratterizzato da aggiornamenti dell'algoritmo che hanno avuto decise ripercussioni sulle serp. Il 13 settembre le prime oscillazioni dovute ad una modifica sostanziale: l'obiettivo, secondo quanto dichiarato dal vicepresidente per le news Richard Gingras, è stato valorizzare le storie originali, prodotte da redazioni e giornalisti e che richiedono "molto tempo, impegno e risorse da parte di chi li pubblica". “Il nostro lavoro è setacciare i contenuti e trovare i risultati più utili possibili - ha chiarito Gingras. “In particolare con le notizie puntiamo sempre a mostrare una serie di articoli e fonti diversificati per dare agli utenti più contesto e approfondimento possibili". Per questo queste storie avranno più importanza sia nel motore di ricerca generale che su Google News.

Il 24 settembre è partito il nuovo aggiornamento dell'algoritmo, questa volta preannunciato da Mountain View (come da immagine in alto), in maniera del tutto insolita rispetto al protocollo solitamente adottato. Si è trattato di una valutazione qualitativa dei domini che ha colpito i settori salute e finanza, ma anche nuovi ambiti come articoli per animali e news di viaggi.

Ottobre 2019
Google BERT Update

Google LLC Mountain View CA

Google BERT: l’update più importante degli ultimi anni “Il più grande passo avanti negli ultimi 5 anni e uno dei più grandi nella storia della Search”. In questi termini il 25 Ottobre 2019 Google ha annunciato l’ultimo aggiornamento dell’algoritmo, ribattezzato come BERT. È l’acronimo di Bidirectional Encoder Representations from Transformers. Si tratta della tecnica di Google basata sulla rete neurale e in sostanza permetterà al motore di ricerca di essere più sensibile alle sfumature del linguaggio, proprie degli esseri umani.

L’evoluzione del Rank Brain
RankBrain, lanciato nel 2015, è stato il primo aggiornamento basato su machine learning. Prende in considerazione sia le query sia il contenuto delle pagine web nell’indice di Google, per comprendere meglio i significati delle parole. BERT aggiunge valore al RankBrain, intervenendo quando una query può essere meglio compresa.

2020 COMING SOON
Covid-19

Google LLC Mountain View CA